Seguimi anche su:

RSS
Follow by Email
Facebook
Twitter

I Gialli Mosaico e Gialli Avorio Mosaico

La categoria dei Lipocromici. foto_lipocromici Per categoria si intende la dislocazione del lipocromo (rosso, avorio rosa, giallo, avorio) nel mantello del canarino. Lo standard espositivo si differisce tra maschio e femmina.

 

Maschio

La maschera facciale ampia, ben arrotondata, delimitata sopra e sotto che avvolgere completamente la fronte, le zone periorbitali,   gli zigomi, il mento e che chiude perfettamente oltre l’occhio a forma di triangolo. Lo stacco tra il lipocromo e il bianco di fondo deve essere netto cioè senza frastagliature e inquinamenti reciproci tra i due colori.


Le spalline
complete, uniformi, ben delimitata, prive di brinature, a forma di parentesi tonda e con le remiganti bianche.

petto_rmosaicoil petto deve presentare una pigmentazione a forma di triangolo rovesciato che si interrompe a livello dell’addome, con fianchi bianchi, e una netta zona priva di lipocromo che separa il petto appunto dalla maschera facciale. il codione deve essere ampio, intenso, ben visibile anche ad ali chiuse. il dorso con soffusioni ridotte al minimo, come anche il resto del corpo che deve essere di un bianco deciso candido e gessoso. Nel giudizio si fa particolare attenzione anche al girocollo che è la zona più critica e facilmente inquinabile dal pigmento rosso.

Femmina 

La femmina nei rosso mosaico presenta le zone di elezione con lipocromo più ristretto rispetto al maschio, e si caratterizza certamente da un bianco gessoso.  Le redini o ciliare o tratto retro oculare è l’unica zona interessata dal lipocromo che si trova nella testa. Per essere di ottima fattura deve essere molto intensa, partendo dall’occhio si estende verso la nuca.

Le spalline ben estese e intensamente colorate, petto con rosso leggermente soffuso e codione intenso. Scelgo quasi sempre riproduttrici più abbondanti rispetto ai maschi con buona struttura del corpo, testa grande e arrotondata ed un piumaggio tirato. Il codione come per il maschio il più intenso possibile ed esteso in modo da essere in evidenza anche ad ali chiuse. La sua massima espressione si ottiene con un piumaggio corto nel quale il pigmento interessa totalmente la piuma e quindi raggiunge un notevole grado di purezza e di intensità. Si apprezza per entrambi i sessi un bianco gessoso soffice setoso che sembra quasi bagnato e non solo si apprezza la differenza con l’esame finestra. Un bianco brillante, più profondo, più pulito deve essere alla base dei nostri riproduttori. Un bianco brillante e aderente, sicuramente accompagnato da un piumaggio stretto e corto che garantisce compostezza. Le stesse remiganti bianche latte devono staccare a contrasto con il rosso delle zone di elezione. Le timoniere, sono molto apprezzabili anch’esse di colore bianco candido che contribuiscono ad evidenziare lo stacco con lo stesso codione.